News

Una giornata all'inseguimento del Team Garmin al Giro

Una giornata all’inseguimento del team Garmin al Giro d’Italia. Si, avete letto bene. Proprio inseguimento. Ieri sono stata a Limone del Garda con il mio collega Matteo Bortesi, Product Marketing Manager Sport e Outdoor, per la ripresa del Giro d’Italia nella sua ultima settimana. Il team Garmin in queste settimane se l’è cavata bene, e sta combattendo per la maglia rosa. Ho avuto modo di incontrare la squadra dal vivo e di vederla prepararsi alla nuova impresa.

Sin dall’arrivo a Limone sul Garda ho potuto respirare e toccare con mano l’effervescenza del pubblico che attendeva l’arrivo dei pullman, e quindi delle squadre. Matteo ha organizzato tutto alla grande. Con un perfetto tempismo siamo arrivati nello stesso istante in cui iniziavano ad arrivare le squadre. Due erano i punti di approdo, uno a nord e uno a sud, e per non sbagliare Matteosi è messo in contatto con l’autista del team Garmin per conoscere la loro posizione. “Siamo a 17 km e arriviamo da sud”. Parcheggiamo la nostra auto  (rigorosamente con un total look Garmin), e ci dirigiamo verso il villaggio partenze e veniamo assorbiti dalla folla che aspettava l’arrivo dei ciclisti. Una nuova telefonata dal team Garmin ci annuncia il loro arrivo, per cui riprendiamo la direzione giusta, verso la statale dove si annidano tutti i pullman delle squadre. Incrociamo gli amici del team Androni. Ci fermiamo per un veloce saluto. Consegniamo gli strumenti nuovi, salutiamo il team, e i meccanici, che erano all’opera a preparare bici e ammiraglie.

Dato che il tempo stringe iniziamo a correre all’inseguimento del team Garmin (le foto possono testimoniare). Incrociamo una prima ammiraglia, e un po’ alla volta tutti i membri del team che si dirigono verso il Villaggio partenze per il rituale del foglio presenze. Dopo una foto di rito con Niunius, il lituano Ramunas Navardauskas, già maglia rosa alla quarta tappa del giro, ci siamo rimessi a correre verso il km 0 da dove sarebbe partita la gara. Una schiera di moto della polizia si attiva, e inizia ad avanzare preparando l’asfalto alla carovana delle ammiraglie, delle auto del giro, e delle moto della regia RAI. A tutto questo faceva da sottofondo il clamore del pubblico, che tra applausi, cellulari, macchine fotografiche si preparava per immortalare e assistere alla passerella dei corridori. Come una mandria di bufali hanno dato inizio alla loro corsa verso la conquista della maglia rosa. Io e Matteo, invece, un pò spompati dalla corsa all’inseguimento (più io che lui ovviamente :-)) ci siamo rimessi in macchina alla volta di Milano.

La cosa che mi ha emozionato di più è stato vedere il pubblico che si fermava a salutare Garmin tutte le volte che lo intercettava: sulla nostra auto, sulle nostre magliette, sulle ammiraglie, e ovviamente sui corridori …. Ciao Garmin …. Vai Garmin … Garmin alles gut ? Questo è stato il più bel regalo da parte del pubblico per me e per il Team Garmin.

Maria Aprile

Marcom Manager Garmin Italia

Precedente

GARMIN CITY NAVIGATOR EUROPE TI GUIDA AI GRANDI EVENTI SPORTIVI DI QUEST’ESTATE

Successivo

Comunque vada, sempre a tutta!

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *