Outdoor

Tamara Lunger tenta la scalata del K2

Tamara Lunger, alpinista sudtirolese e specialist nel progetto The Dreamers, è partita nuovamente per un’entusiasmante spedizione. Questa volta tenterà di scalare il K2, la seconda vetta più alta del mondo.

Il nome K2 che sta per Karakorum 2, cioè la seconda cima del Karakorum, fu assegnato da T.G. Montgomery, un membro del gruppo che guidato da Henry Godwin-Austen effettuò i primi rilevamenti nel 1856.

Il “2” nacque in effetti da un errore di misurazione dell’altezza della cima. Come K1 venne indicato il Masherbrum che invece è considerevolmente più basso. Ma per pura coincidenza il numero 2 corrispondeva alla posizione della montagna nella lista delle cime più alte del mondo, e questo ne ha giustificato il suo mantenimento anche successivamente.

La spedizione di Tamara sta iniziando ad entrare nel vivo, quindi vogliamo lasciare spazio al suo racconto e alle immagini che quotidianamente ci invia e vivere assieme a noi questi momenti.

“Finalmente siamo arrivati a Scardu, lasciando alle nostre spalle la strada principale del Karakorum. Le giornate in macchina, terribilmente lunghe e calde, sono state mitigate dalla bellissima vista sul Nanga Parbat. A questo punto non ci resta che aspettare che si sblocchino alcune pratiche burocratiche prima di rimetterci in viaggio per Askoli, dove inizieremo il nostro trekking di 7 giorni fino il campo base del K2.  Ci sentiamo presto!”

Precedente

Garmin e Delta Medica: la salute in una app

Successivo

Il Red Dot Design Awards 2014 a Garmin VIRB

4 Commenti

  1. 16 giugno 2014 su 16:22 — Rispondi

    Tamara Lungher tenta la scalata del K2 http://t.co/R4iImIlYMk

  2. 16 giugno 2014 su 18:25 — Rispondi

    Tamara Lungher tenta la scalata del K2: Tamara Lungher, alpinista sudtirolese e specialist nel progetto The Dr… http://t.co/9S6OEUYoly

  3. 16 giugno 2014 su 19:56 — Rispondi

    Tamara Lungher tenta la scalata del K2 http://t.co/uS6sbyvOk0

  4. 25 giugno 2014 su 12:31 — Rispondi

    bello

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *