Outdoor

Simone Moro aggredito da un centinaio di sherpa

Brutta disavventura per il “nostro” Simone Moro impegnato, come sappiamo, nel tentativo di raggiungere la cima dell’Everest attraverso un percorso ancora inesplorato senza l’apporto di ossigeno aggiuntivo. Dopo aver fissato alcune corde assieme ad Ueli Steck e Jonathan Griffith sul lato ovest del Lhotse, Simone Moro e i due alpinisti europei sono stati violentemente aggrediti da un centinaio di sherpa con l’accusa di aver interferito con i loro lavori.

Lo scontro è stato violento: se le ferite di Simone Moro sono di lieve entità, per Ueli Steck è stato necessario il ricovero in ospedale.

Ci dispiace apprendere tali notizie e auguriamo agli alpinisti una pronta guarigione e un veloce chiarimento della vicenda. Il nostro Simone è molto legato all’Everest (lo ha scalato già quattro volte) e in questa circostanza è andato in Nepal non solo per raggiungere il tetto del mondo; il suo viaggio è stato anche occasione per consegnare ai nepalesi un elicottero con cui effettuare servizi di soccorso.

Servizio di eli-soccorso che è entrato pienamente in funzione compiendo già numerosi interventi.

Precedente

Allenamento Super Collinare - La via per Cortina

Successivo

Ciao, sono Jacopo...

3 Commenti

  1. 29 aprile 2013 su 11:16 — Rispondi

    Simone Moro aggredito da un centinaio di sherpa – http://t.co/s6FaIUdRuC via @Garminitaly anche gli sherpa, nel loro piccolo, s’incazzano..

  2. 29 aprile 2013 su 11:43 — Rispondi

    “@GarminItaly: Simone Moro aggredito da un centinaio di sherpa http://t.co/5eYgraq3S0”
    Môla miâ Simone!!!

  3. 29 aprile 2013 su 13:30 — Rispondi

    Simone #Moro aggredito da un centinaio di sherpa – http://t.co/OVdsSrtWQS

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *