Nuoto

Mauro Giaconia e la 12 ore di nuoto di Paullo

Domenica 18 Novembre Mauro Giaconia affronterà la nuova edizione del VI Trofeo 12 ore di Nuoto città di Paullo (MI), una manifestazione natatoria che si svolge in vasca corta 25 mt.

L’evento organizzato dalla cittadina lombarda in collaborazione con la Lega Italiana di Salvamento, sede di Lodi, coinvolge ogni anno un numero sempre crescente di nuotatori di endurance, ma che ha anche una finalità benefica e in questa edizione supporterà la causa “FOR KENYA ONLUS“, cui saranno interamente devoluti i proventi delle iscrizioni dei partecipanti.

Per Mauro Giaconia, che detiene il Record del mondo sulla 24 ore di nuoto in solitaria, sarà la 12 Ore n° 9 in carriera, che affronta con l’obiettivo di migliorare il suo “personale” nella 12 Ore, che risale alla vittoria nel 2009 del Meeting Internazionale di Zurigo (CH), dove l’atleta siciliano percorse a nuoto 39.200 mt in vasca olimpionica.“Sono in un’ottima condizione fisica – racconta Giaconia – non ho mai smesso di allenarmi a mare e questa a Paullo sarà in assoluto il mio “debutto” stagionale in acqua clorata ed è sempre bello per me poter tornare a gareggiare in Italia, di certo il modo migliore per chiudere quest’anno 2012 che ha registrato per me tante imprese importanti, come la Traversata in solitario San Vito – Palermo (52 km in mare aperto), un ottimo 2° posto Assoluto alla Tampa Bay Ultra-Marathon Swim in Florida e la partecipazione alla 30.830 km Maratò de Ebre Swim in Spagna, e al contempo il mio modo di inaugurare proprio la prossima stagione 2013, per cui si sta delineando un calendario di appuntamenti internazionali molto interessante: L’Ironman di Lanzarote, il prossimo 18 Maggio, un nuovo tentativo di Record del Mondo Open Water, in Spagna, una prova in acque fredde tra le più belle esistenti al mondo da fare oltreoceano, e a breve, molto probabilmente, anche un impegno ad inizio anno che spero di potere presto ufficializzare”.

Ma adesso mi concentro su questa prova in vasca in cui avrò anche un nuovo compagno da “testare” il mio Garmin Swim che debutta in una prova di endurance indoor, registrando la mia performance bracciata dopo bracciata”.

Per info: http://www.maurogiaconia.it/news.php?mod=open&id=173

Precedente

Garmin fēnix: indoor o outdoor?

Successivo

Ma tu ce l'hai Garmin Connect?

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *