The Dreamers

La mia Pasqua on the road

Anziché riempirmi come un tacchino, ho pensato bene che la cosa migliore da fare per Pasqua fosse quella di salire in sella e fuggire.  Allenamento collinare al mare


Erano anni che non tornavo a pedalare a Sestri Levante e pur conoscendola come le mie tasche è riuscita per l’ennesima volta a regalarmi paesaggi meravigliosi. Non potevo iniziare il mio giro senza prima fare tappa al lungomare di Chiavari. Non è nulla di particolare se non un ricordo d’infanzia, una sorta di rito scaramantico che si ripete ogni volta che torno a “casa”.

Luca Conti - The Dreamers

Le strade erano invase dai ciclisti, centinaia di tute colorate che percorrevano in lungo e in largo le strade soleggiate della riviera. Ad ogni angolo ne sbucava uno e si accodava al gruppetto di sconosciuti che decideva spontaneamente di pedalare assieme per un po’. Difficilmente riuscivi a percorrere un tratto in completa solitudine, almeno sino a quando non ho preso la decisione di sfidare le mie vecchie “vette”.
La prima che scelto è stata “Novano”, temutissima per la sua nota ascesa praticamente verticale.

Altimetria
È una salita che conosco moooolto bene. Sono circa 7 km di cui 5 di pura follia. È una salita che non ti molla mai, tornanti stretti che non ti lasciano il tempo di respirare. Non hai possibilità di recuperare, devi continuare a mantenere la giusta cadenza per evitare lo sfregio del piede a terra! Sia mai!!!

Arrivare in vetta a Novano ha sempre il suo fascino, soprattutto se si considera che poco prima ero in riva al mare.

Novano

 

Giusto per non farmi mancare niente, una volta sceso a Riva Trigoso, ritorno verso Casarza Ligure e proseguo, percorrendo per un tratto la Strada statale del Colle delle Cento Croci. Anche questa in gioventù l’ho percorsa decine di volte. Il tempo passa inesorabile e le gambe iniziano a friggere. Direi che per oggi il collinare può bastare. 60 Km veramente piacevoli che potete trovare qui: http://connect.garmin.com/activity/291284357.

A questo indirizzo si trovano le ripetute in salita che concludevano l’allenamento della giornata… http://connect.garmin.com/activity/291294079

 

Precedente

Pasqua col sole! Vai con le ripetute

Successivo

Simone Moro e Ueli Steck verso la cima dell’Everest attraverso un percorso alternativo senza uso di ossigeno

4 Commenti

  1. 1 aprile 2013 su 13:33 — Rispondi

    La mia Pasqua on the road http://t.co/9ySniUBmQG #TheDreamers

  2. 1 aprile 2013 su 16:39 — Rispondi

    La mia Pasqua on the road: Anziché riempirmi come un tacchino, ho pensato bene che la cosa miglio… http://t.co/NXbOKxjTN4 #TheDreamers

  3. 4 aprile 2013 su 7:16 — Rispondi

    aaargghhh volevo vedere il cuore, bel giro, bei posti, complimenti io ero a Ponente e son riuscito a trovare traffico a correre sul lungo mare..ma non ero l'unico e quasi tutti I runners erano Garmin dotati ;-).

    • 5 aprile 2013 su 7:57 — Rispondi

      Per una strana ragione non mi agganciava la fascia cardio, quindi ho dovuto "collegarla" dal 910… infatti sul connect ci sono le due tracce, una dal 910 e una 510 …

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *