Triathlon

Kona 2015: Successo Garmin al Campionato del Mondo IronMan

Gli atleti Garmin sono sempre alla ricerca del proprio limite, che sia una 5k o una competizione internazionale, e lo scorso weekend non hanno fatto eccezioni. A Kona, Hawaii, sono arrivati infatti da tutte le parti del pianeta per il più importante IronMan al mondo. Con prove di grande forza Michelle Vesterby, Timothy O’Donnell e Sebastian Kienle si sono piazzati nelle prime 10 posizioni.

Sebastian Kienle, 8° tra gli uomini, è arrivato a Kona cinque settimane prima della gara, adattando il suo fisico al clima hawaiano e al suo fuso orario. Sebastian è un esperto di Kona e ha saputo sfruttare e preparare al meglio ogni minimo particolare. “Questa gara senza dubbio favorisce un certo tipo di atleti e io credo di essere tra quei fortunati” ha dichiarato Sebastian in un intervista, ma noi siamo certi che oltre alla fortuna ci sia un gran lavoro dietro a questo piazzamento.

Kona

Michelle Vesterby non poteva immaginare un piazzamento migliore per la gara femminile. La danese ha concluso infatti in quarta posizione, la migliore da quando compete a Kona e, a detta sua, la migliore prestazione sportiva della sua carriera. “In bici avevo un buonissimo ritmo e sentivo tutto sotto controllo, dettando il mio passo. La corsa è stata dura, come sempre, ma ancora una volta mi sono sentita davvero bene. É stato uno di quei giorni dove tutto gira per il verso giusto, è sono felicissima”, ci ha detto.

Kona

Timothy O’Donnell ha saputo fare anche di meglio, conquistando il terzo gradino del podio. “É un onore poter salire sul podio della specialità più lunga del triathlon, nella sua tappa più competitiva. Mi sento davvero appagato di tutti gli sforzi e dei sacrifici fatti per arrivare fino a qui.”

Kona però è stato un successo Garmin anche sotto il punto di vista degli strumenti utilizzati dagli atleti: dei 2167 atleti iscritti alla gara, ben il 69% usava GPS Garmin. Erano infatti 1493, secondo Lavamagazine, gli atleti che alla partenza indossavano un GPS Garmin.

 

Precedente

#RoadToVenice: Riassunto dell'estate

Successivo

Garmin babyCam: in auto con i nostri bambini in totale sicurezza

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *