Marine

Garmin #marine e il suo Garmin Marine LAB alle Grandi Vele di Gaeta

Il team Garmin Marine sarà presente da oggi a Domenica 7 Luglio con uno stand allestito in occasione dell’evento di Gaeta “Grandi Vele – Incontro con le Vele d’Epoca” dove incontrerà il pubblico e avrà modo di mostrare e far toccare con mano, gli ultimi prodotti della Garmin e della Nexus.

In occasione di questo evento, ci siamo mossi in grande stile utilizzando il Garmin Marine Lab, un catamarano di 17 mt destinato alla ricerca e sviluppo ed alla sperimentazione dei nuovi apparati per la navigazione.

Salpati da Genova Marina Aeroporto e iniziata la navigazione verso Gaeta, abbiamo avuto l’occasione di testare una serie di nuovi prodotti e loro relative funzioni, al fine di migliorare ancor di più quanto sviluppato per andare incontro alle reali esigenze dell’utente finale.

L’innovativo display della serie 8000, installato a bordo del Garmin Marine Lab, si è rivelato come da aspettative uno strumento velocissimo e perfettamente visibile alla luce del sole, è stato il punto di riferimento di tutta la navigazione. Questa nuova generazione di display multifunzione  da 8” SVGA, 12” e 15” XGA sono tutti multi-touch e dotati della funzione pinch-to-zoom, che si è rivelata moltomutile per i cambi di scala e la consultazione della cartografia.

I sistemi testati non si limitano ad avere un’estetica rinnovata, ma vantano anche un processore 40% più veloce e potente rispetto ai predecessori, che rende questa serie di display multifunzione unici nel loro genere. La Serie GPSMAP 8000, grazie ai display “glass helm” e all’innovativa installazione a filo, dona alla plancia un’eleganza ed un’estetica mai vista prima trasformandola in un pannello di cristallo. Inoltre Grazie al ricevitore GPS/GLONASS a 10 Hz esterno, ha un dato di rotta e posizione costantemente preciso, aggiornato 10 volte al secondo. Questo ricevitore GPS migliora drasticamente la navigazione garantendo sempre una fedele e chiara posizione dell’imbarcazione, con il massimo della precisione possibile, sia in navigazione che nella creazione dei way-point.

La funzione CHIRP del nuovissimo GPSMAP 527xs. Il modello testato ha fornito risposte estremamente soddisfacenti in quanto sono stati raggiunti oltre i 500mt di profondità con trasduttori di bassa potenza.

Chi va per mare ora potrà contare su questa nuova linea di plotter per memorizzare e raggiungere i propri punti di pesca con un’incredibile precisione grazie all’antenna gps integrata da 10 Hz” ha commentato durante i test Andrea D’Amato, Sales & Marketing Manager Marine. “E grazie alla tecnologia dell’ecoscandaglio CHIRP, chi va a pesca potrà scandagliare fondali mai raggiunti prima con un dettaglio e una discriminazione dei target incredibile”. Sia che si scelga tra il display VGA da 5″ della nuova serie 500, che quello multitouch WVGA da 7″ della serie 700, avremo sempre un’ineguagliabile visibilità sia di giorno che di notte. Con la serie ‘xs’, Garmin non ha solamente rinnovato il rinomato modulo eco integrato HD-ID, ma ha anche incluso la tecnologia Spread-Spectrum CHIRP. Utilizzando un trasduttore CHIRP si potranno ottenere immagini nitide per poter individuare ancora più facilmente relitti, punti di pesca e d’immersione anche grazie alla Cartografia da pesca Bluechart G2 vision. Tramite la tecnologia Spread-Spectrum di Garmin, non solo si potrà ottenere un’eccellente discriminazione dei bersagli anche su fondali molto profondi, ma si potrà lavorare su delle frequenze specifiche per selezionare target particolari. La conformazione del fondale sarà più delineata ed il rumore di fondo eliminato, garantendo così un’istantanea interpretazione del fondo per una navigazione più sicura ed una pesca più efficace.

Grazie alla connessione con il rice-trasmettitore GNT10 collegato alla rete di bordo, durante la navigazione si è avuto modo di testare la funzione MOB (uomo a mare) e la visualizzazione dei dati con l’innovativo orologio quatix multi funzione. Avere i dati della strumentazione di bordo al polso è risultato un indispensabile aiuto durante le manovre.

Precedente

Ultima uscita, ma la testa è già in Svizzera

Successivo

La navigazione di domani è già sul Garmin di oggi

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *