The Dreamers

EP. 9 – Claudio Chiappucci – Una vita all’attacco.

In questa puntata Claudio Chiappucci ci racconta uno dei momenti che ha scritto la storia del ciclismo, uno di quegli episodi che vorresti sentir raccontare centinaia di volte, un frammento di tempo che permette di sognare ad occhi aperti.

“In sette ore ragioni tanto, fai sempre un pensiero a quello che stai facendo, a quello che hai fatto e quello che non potresti raggiungere…”

“inizialmente il mio direttore sportivo non credeva in quello che volevo fare e voleva fermarmi ma io ero convinto e l’ho fatto nonostante mi trovassi da solo in questa fuga… ero al 100% convinto di vincere questa tappa.”

Non ci resta che guardare ed ascoltare Claudio alla tappa del Tour de France del 1992, Saint Gervasin – Sestriere, mentre giunge solo al traguardo dopo 7 ore e 44 minuti e 200 Km di fuga.

Precedente

Tempo di bilanci dopo la chiusura del Tour de France

Successivo

Mancano pochi giorni alla partenza del Garmin TriO Cernobbio

1 Commento

  1. […] tutti i nostri reparti sono stati coinvolti e travolti dall’intensità del racconto di Claudio Chiappucci che ci parla di uno dei momenti che ha scritto la storia del ciclismo, uno di quegli episodi che […]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *