Outdoor

Dal tetto del mondo all’oceano. Garmin Italia assieme Danilo Callegari

Danilo Callegari è partito il 3 settembre per l’India per tentare una doppia epica impresa. In primo luogo per conquistare la vetta dello Shisha Pangma (vetta dell’Himalaya – Tibet – di 8027 metri) in perfetto stile alpino ossia  senza ossigeno supplementare, senza l’aiuto di portatori d’alta quota, senza l’aiuto di corde fisse;  e poi per percorrere  in bicicletta 4500 chilometri fino a Kanyakumari: l’estremo sud della sconfinata nazione indiana.

Le pessime condizioni meteo, però gli hanno impedito di compiere la prima parte della sua spedizione: 19 valanghe in una sola mattinata e una brutta caduta in un crepaccio l’hanno convinto a rientrare a Kathmandu senza neanche ritornare al campo.

Aiutato dal Garmin Fenix, dal GPSMAP 62 e dal Garmin Montana Danilo Callegari ha iniziato la seconda parte della sua impresa: in sella alla sua bicicletta è partito in direzione Kanyakumari, il punto più a sud dell’India punto d’incontro tra Mare del Bengala, Mare Arabico e Oceano Indiano.

Uscito dal Nepal Danilo si dirigerà verso ovest per raggiungere il deserto indiano del Thar attraversando la città di Agra. Arrivato quasi al confine con il Pakistan piegherà verso sud procedendo lungo la costa occidentale che lo porterà fino alla caotica città di Mumbay. Arrivato a Goa al nostro Callegari mancheranno “solo” un migliaio di chilometri per raggiungere l’estremo sud dell’India; quella città di Kanyakumari dalla quale è possibile vedere il sole sorgere e tramontare sul mare

Dall’Himalaya all’oceano…#sempreatutta!

Precedente

VIRB Edit: nuova release del software di editing

Successivo

DAME - Design Award: importanti riconoscimenti per Garmin

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *