Triathlon

Allenarsi con queste temperature non è certo facile.

Il caldo unitamente al tasso di umidità sembrano farti diventare pesante, hai quasi l’impressione che i tuoi movimenti siano vincolati da elastici invisibili. Nonostante questa percezione, la motivazione è tale da farti sorpassare qualsiasi difficoltà. A volte penso anche sia liberatorio andare ad allenarsi dopo aver affrontato una giornata di incontri, appuntamenti, riunioni e social network. Giorni come questo, in cui il tuo coach ti inserisce una bella sessione di corsa sopra i 20K e dalla finestra non vedi muoversi nemmeno una foglia, hanno quel sapore di sfida che tanto mi piace.

Tutto è pronto, ho programmato il virtual partner sul mio forerunner 910xt, giusto per non sentirmi solo. A dire la verità avere uno stimolo competitivo mi aiuta a mantenere l’andatura e non perdere concentrazione. Parliamoci chiaro, uscire per un lungo in solitaria è sicuramente interessante a livello introspettivo ma il rischio maggiore è quello di “perdersi” e non essere efficace nel ritmo…

Chi lo sente poi il coach se non ho sono andato #sempreatutta

Precedente

HUD: la nuova frontiera del car-navigation

Successivo

La condizione sembra stia iniziando ad arrivare.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *