Triathlon

Alessandro Degasperi terzo all’Ironman Zurigo

Il nostro Alessandro Degasperi si è aggiudicato il terzo posto all’Ironman Zurigo. Tenacia e caparbietà, tipiche degli uomini trentini, cuore ed orgoglio che solo gli italiani sanno avere. Così si può riassumere la nuova impresa di Alessandro, che ancora una volta ha fatto entusiasmare i propri tifosi.

Al via numerosi forti atleti, i più attesi Schildknecht che Zurigo lo ha vinto 7 volte; gli Svizzeri AigrozKung e Van Berkel; il tedesco Michael Raelert e Alberto Casadei. Partenza ore 7, con una frazione di 3,8 km di nuoto all’interno delle acque dell’omonimo lago. Alessandro decide di tenere i piedi di Ronnie Schildknecht, il favorito dei pronostici. Manuel Kung impone un ritmo fortissimo, nessuno riesce a contrastarlo e, quando esce dall’acqua, fa fermare il cronometro su un impressionante 48’52”. I più immediati inseguitori: Van Berkel, Everett, Raelert e Casadei sono a 2’. Schildknecht e Degasperi rispettivamente 13° e 14° a oltre 5’30”.

Nella frazione ciclistica, 180 km su 2 giri con un dislivello totale di 1.300 mt , Alessandro sa di avere le carte in regola per fare la differenza. Le gambe purtroppo però non rispondono come dovrebbero e durante i primi 50 km non riesce a tenere il passo dei migliori, perdendo minuti preziosi. A 100 km dal T2 però inizia una grande rimonta, che porta Alessandro settimo in zona cambio.

Le sensazioni sono buone e decide di spingere al massimo sin dalle prime battute. Il percorso prevede 4 giri prevalentemente pianeggianti. Il Dega è l’unico che fino al km 28 riesce a correre sotto i 4’ al km tenendo un ritmo tra i 3’41” e i 3’55” al km. Impressionante. Infatti, in questa prima parte agguanta il 3° posto e inizia a pensare di riuscire a raggiungere Van Berkel, nonostante l’importante svantaggio. Jan, superato da Ronnie, entra in crisi e anche il Dega gli recupera svariati minuti. Nulla può, però, alla ripresa dello svizzero che stringe i denti e negli ultimi km riesce a difendere il secondo posto.

Vittoria finale per Ronnie Schildknecht con il tempo finale di 8h 21’ 19”. Seconda piazza per Jan Van Berkel in 8h 28’ 57”. Alessandro Degasperi ha concluso terzo in 8h 31’ 36” e, facendo registrare nuovamente il miglior tempo nella frazione podistica con 2h 47’07” si guadagna i seguenti appellativi: “Frequent flyer on the Marathon” e “Italian running machine”. Con questo risultato, la partecipazione agli Ironman World Championship che si terranno a Kona il 10 ottobre è sempre più vicina.

“All’uscita del nuoto mi son trovato con gli avversari con cui volevo essere per poter fare una buona bici.” Commenta Alessandro Degasperi al traguardo. “Purtroppo il primo giro non sono riuscito a spingere come avrei voluto. Ho tenuto duro e nel secondo giro ci sono riuscito. A piedi sono partito a “o la va o la spacca. Avevo tantissimo da recuperare e l’unica possibilità era correre forte.”

Grande Dega!

Precedente

Africa Extreme 2015: primo test per Danilo Callegari

Successivo

Fasce cardio Garmin HRM-TRI e HRM-SWIM

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *